Dove Dormire per Expo2015

Hotel Il Castelletto si trova a soli 10 minuti di macchina dalla fermata metropolitana di Milano e dal Forum di Assago!

Molti i vantaggi che avrete scegliendo hotel Il Castelletto come albergo 4 stelle “Dove Dormire per Expo2015”.

  • Hotel 4 Stelle senza Tassa di Soggiorno
  • Vicinanza all’Uscita Autostradale (in 10 minuti si arriva a Famagosta e al Forum di Assago)
  • Parcheggio Riservato e Videosorvegliato
  • Ristorante con Ottima Cucina interno all’hotel (da trent’anni punto di riferimento anche per clienti esterni all’hotel)
  • Area Fitness in Hotel
  • Spa Interna all’Hotel con possibilità di trattamenti estetici
  • Piscina Aperta nella stagione estiva

 Le Ultime News da Expo2015 Milano (dal sito Expo2015)

”La principale eredità di Expo è di contenuto, e l’Italia darà anima al grande Tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita con la Carta di Milano, un protocollo per tutti i Paesi che decideranno di aderirvi e che in autunno arriverà a New York nella sede Onu per la definizione dei nuovi Obiettivi del Millennio”. Lo ha detto il Ministro delle Politiche agricole con delega a Expo 2015 Maurizio Martina, alla presentazione dell’evento “Expo delle Idee” tenutasi nella sede Rai di Via Mazzini a Roma che ha visto anche la partecipazione del Commissario Unico per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala e il direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi. Expo delle Idee si svolgerà all’Hangar Bicocca di Milano il 7 febbraio e vedrà protagonisti 500 esperti organizzati in più di quaranta tavoli tematici. Un dialogo a più voci che verterà sulle questioni nodali della prossima Esposizione Universale, legate al Tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

Confrontarsi sul Tema di Expo

Un momento fondamentale di confronto sullo sviluppo sostenibile, le culture e gli stili alimentari, la nutrizione e l’economia del cibo, sullo spreco alimentare e sul diritto al cibo. Ad aprire i lavori saranno il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il Ministro Martina, il quale ha rivelato che tra le testimonianze, “ce ne saranno due davvero straordinarie”: un collegamento con l’ex presidente del Brasile Lula da Silva, “testimone di come azioni di governo possano fare la differenza” e “un contributo straordinario di papa Francesco, che ci ha dedicato una riflessione assolutamente puntuale e di grandissima attualità sul diritto al cibo e sulla tutela della Terra. Ascolteremo le sue parole” ha rivelato il Ministro “con un messaggio che ci ha voluto indirizzare e sono certo che ci aiuterà nello sviluppo della Carta di Milano e nella comprensione della potenza che quel Tema ha”.

La Carta di Milano: l’eredità più grande di Expo Milano 2015

Proposte e idee discusse durante la giornata del 7 febbraio andranno a confluire in un documento che rappresenterà il più importante lascito di Expo Milano 2015. Coordinati da Salvatore Veca, curatore di Laboratorio Expo, intorno ai tavoli tematici siederanno ricercatori e studiosi ma anche i rappresentanti delle principali realtà imprenditoriali, delle associazioni della Società Civile, dei Paesi partecipanti all’Evento. Oltre a personalità importanti della contemporaneità come Demetrio Albertini e Don Luigi Ciotti. Le conversazioni avviate quel giorno costituiranno la base per la Carta di Milano che diventerà la guida del dibattito nel corso dell’Esposizione Universale. La Carta “proporrà impegni e responsabilità precise su tutti i principali temi della questione alimentare globale” dichiara il ministro Martina “e sarà il principale strumento di partecipazione consapevole al dibattito espositivo che interesserà tutti i Paesi aderenti, i singoli visitatori, le istituzioni e le realtà nazionali e internazionali coinvolte a vario titolo”.